Il 2020 è l’anno cui il mondo si trova a dover gestire una pandemia globale. Una pandemia che ha cambiato le nostre abitudini, ha cambiato il nostro modo di socializzare e più in generale le modalità di “fare cose”. Ormai da mesi restiamo a casa, e questo rende fragili, impauriti, spaventati. Dall’altra parte, la stessa pandemia però, ci ha dato l’opportunità di migliorare le nostre capacità digitali. Didattica a distanza, visite guidate online, pagamenti online, ricette mediche online, servizi dell’amministrazione pubblica online. Certo abbiamo anche sperato potesse migliorarci come esseri umani, speranza rapidamente e tristemente tramontata. 

Abbiamo già parlato del danno apportato al settore cultura, con la chiusura di musei teatri, cinema e di come tutto ciò abbia frenato pesantemente la spinta culturale, tuttavia molte realtà si sono convertite al digital ed è così che la visita al museo diventa una visita virtuale su Facebook, è così che vengono realizzati video-racconti, podcast, le letture online.

E’ proprio in questo contesto che nasce il VideoPaleofestival, versione digital del famoso Paleofestival, il Festival dell’Archeologia sperimentale divulgativa sul Mondo Antico, consueto appuntamento del Museo del Castello di San Giorgio di La Spezia.

Durante il Paleofestival il museo si trasforma in un vero e proprio parco archeologico urbano. Il 2020 vede arrivare la quindicesima edizione, quindici anni in cui il Paleofestival ha riscosso un grande successo e gradimento da parte dei partecipanti e ha interessato sempre di più un pubblico di grandi e piccini con attività interattive e spettacoli da vivere in prima persona.

Quest’anno, il museo ha scelto di offrire al pubblico affezionato, e non solo, una versione innovativa dell’evento partecipando alla campagna nazionale #iorestoacasa e scegliendo di trasferire su YouTube l’edizione 2020 dell’evento, attraverso due video creati ad hoc per l’occasione speciale.

Mi è stato chiesto di pianificare la campagna promozionale attraverso la pagina Facebook, per una durata complessiva di 3 settimane, iniziata il 4 maggio e conclusa il 25 maggio 2020. 

Insieme allo staff del museo abbiamo quindi progettato un piano di comunicazione che potesse dare voce all’evento e che richiamasse l’attenzione di un nuovo pubblico. Insieme abbiamo redatto il comunicato stampa per il lancio del festival da diffondere offline sui quotidiani della zona locale e online su testate giornalistiche di settore. In un secondo momento abbiamo scelto i contenuti da condividere si Facebook attraverso post organici e post Adv

L’obiettivo principale della campagna promozionale è stato quello di creare partecipazione e coinvolgimento del pubblico intorno al Paleofestival 2020. È stata scelta la modalità video per trasferire al meglio i contenuti dell’evento, che sono stati creati ad hoc e trasmessi sul Canale di YouTube nelle date del 16/17 maggio.

La campagna si è quindi sviluppata secondo 3 micro-obiettivi intermedi:

  1. incremento traffico pagina pagina Facebook del Museo attraverso 6 post dedicati
  2. raggiungimento di persone esterne alla rete già esistente del Museo (community) attraverso post sponsorizzati della durata di 5 gg.
  3. incremento traffico profilo YouTube

Articolo: Chiara D’Aurizio

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Privacy

La tua iscrizione è avvenuta con successo

Iscriviti al Corso Professionale

Corso professionale

Newsletter

Privacy

La tua iscrizione è avvenuta con successo