Come secondo contributo della serie “strumenti” per realizzare i nostri progetti foto e video, parliamo oggi di due cose particolarmente analogiche… carta e penna.

I progetti dello studio cominciano infatti sempre e comunque dalla lettura e dallo studio di pubblicazioni sulle collezioni museali e sui beni culturali di cui ci stiamo occupando. In questa prima fase del lavoro si svolgono anche i sopralluoghi, la visione del materiale di archivio, di progetti già realizzati, etc. Di fondamentale importanza è poi la collaborazione con l’ “esperto”, colui che conosce tutto del soggetto delle nostre riprese, chi – come nel caso delle immagini che vi presentiamo – scrive i testi dei video. A questo proposito lasciamo a lui l’onere di spiegare meglio i cosa consiste questo lavoro di squadra:

C’è chi racconta e chi organizza il racconto. C’è chi sa trarre immagini dal passato e chi queste immagini le rende attuali, fruibili, efficaci. Rinnovare una comunicazione museale è un lavoro di gruppo, tale da coinvolgere varie competenze o meglio conoscenze, non arcane, ma frutto di molto investimento su sé stessi e di amore per la Cultura, i territori, le persone, l’eredità degli antenati. “Sii un buon antenato” dicono in Nuova Zelanda. Dare voce agli antenati di qualsiasi luogo è un compito sacrale e meticoloso che non si improvvisa.” Alessandro Giacobbe.

Per finire e riassumendo: prima di cominciare a girare leggiamo tanto, scriviamo qualcosa, ci appuntiamo come fare le nostre riprese

(location: Cervo, IM – Museo etnografico). 

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Privacy

La tua iscrizione è avvenuta con successo

Iscriviti al Corso Professionale

Corso professionale

Newsletter

Privacy

La tua iscrizione è avvenuta con successo