Product Scouting

A – Cosa intende l’azienda per tecnologia multimediale di facile utilizzo?

SONY: Missione di Sony è aiutare i clienti a trasformare gli ambienti di lavoro per i loro fruitori, siano essi impiegati o visitatori.
La mission de Sony est d’aider les clients à transformer les lieux de travail de leurs utilisateurs, qu’ils soient employés ou visiteurs.

LG: Multimediale è una comunicazione che integra l’uso integrato di tecnologia dell’informazione e della comunicazione; LG investe da anni in ricerca e sviluppo, realizzando prodotti che abilitano l’utente all’uso del multimediale tramite uno schermo interattivo di facile utilizzo. In particolare, la divisione Professional Solution di LG realizza monitor professionali che integrano tecnologia, strumenti di collaborazione e usufruibilità dei contenuti ponendo attenzione anche all’aspetto estetico che nei Musei deve essere di primaria rilevanza.
Le multimédia est une communication qui comprend l’utilisation intégrée des technologies de l’information et de la communication ; LG investit dans la recherche et le développement depuis des années, créant des produits qui habilitent l’usager à utiliser le multimédia à travers un écran interactif facile à utiliser. En particulier, la division Professional Solution de LG crée des moniteurs professionnels qui intègrent la technologie, les outils de collaboration et des contenus utilisables, tout en prêtant attention à l’aspect esthétique qui doit être d’une importance primordiale dans les musées.

PANASONIC: Facile utilizzo ha due significati, da una parte il facile utilizzo da parte degli utenti finali, dei visitatori, un aspetto che dipende, più che dai sistemi di visualizzazione di cui ci occupiamo, dalle interfacce e dai sistemi di attivazione delle tecnologie. Oggi tra sensori di ogni genere e sistemi di controllo che consentono di gestire ogni tipo di sistema in modo automatico la facilità di utilizzo per i visitatori di un museo si sposa con la naturalezza e con la non necessità di percepire la tecnologia se non come mezzo per usufruire dei contenuti. Il secondo significato è quello legato a chi con la tecnologia deve realizzare una soluzione museale. Qui la tecnologia Multimediale di facile utilizzo ha un significato estremamente pratico e concreto: significa facilitare il compito di chi deve studiare e implementare una soluzione garantendogli tecnologia che offra risparmi di tempo per la messa a punto del sistema (e questo significa l’intera soluzione, proiettori, display, sistemi di gestione dei contenuti) e che, soprattutto in ambito museale, garantisca una manutenzione semplice e in grado di mantenere il livello qualitativo nel tempo. Abbiamo esempio molto pratici, che vedremo nelle prossime domande.

 

B – Siete d’accordo che in alcuni casi sia meglio avere una tecnologia di facile utilizzo per il personale piuttosto che soluzioni più performanti, ma meno “controllabili”?

SONY: Sì, e ottimizzare la gestione dei siti aziendali è proprio uno degli aspetti principali della trasformazione verso la quale Sony accompagna i clienti.
Oui, et optimiser la gestion des sites des entreprises est l’un des principaux aspects de la transformation vers laquelle Sony accompagne les clients.

LG: Certamente SI, oggi è possibile distribuire contenuti e visualizzarli dove e quando vogliamo in modo semplice, sicuro ed ovunque io mi trovi, con applicazioni simili a quelle che quotidianamente usiamo per condividere esperienze sui Social. Un ulteriore vantaggio che deriva dall’uso di questi semplici strumenti è che cambiando contenuti ed informazioni l’utente è portato a visitare il Museo più volte sapendo di poter vivere esperienze sempre nuove.
Bien sûr que OUI, aujourd’hui, il est possible de distribuer des contenus et de les visualiser facilement où et quand nous voulons de manière sûre et où que je sois, avec des applications similaires à celles que nous utilisons quotidiennement pour partager des expériences sur les Social. Un avantage supplémentaire qui vient de l’utilisation de ces outils simples est qu’en changeant des contenus et des informations, l’usager est amené à visiter le Musée à plusieurs reprises en sachant qu’il peut vivre de nouvelles expériences.

PANASONIC: Siamo assolutamente d’accordo, anche se oggi secondo noi la tecnologia deve essere facile, ma sofisticata. Una tecnologia troppo “semplice” nel 2020 rischia di essere datata ancor prima di essere pensata e installata. Oggi è possibile realizzare in ambito museale soluzioni creative di ogni genere, dalla visualizzazione immersiva, all’interattività in scenari complessi che possono offrire un’esperienza molto appagante al visitatore ma che di fatto non richiedono capacità o competenze specifiche da parte del personale. La tecnologia deve essere performante ma di facile utilizzo, ma questo oggi è davvero possibile e il lavoro è quello di preparazione, di cui si occupa il System Integrator, che deve mettere il museo nelle condizioni di utilizzare in modo estremamente semplice la tecnologia, sia che si tratti della normale attività giornaliera, sia nel caso di problemi non previsti. Questo oggi è possibile.

 

C – Perché, a vostro modo di vedere, un museo dovrebbe investire in una tecnologia multimediale che riduca i costi di manutenzione e sia facilmente gestibile?

SONY: Per consentire alle preziose risorse umane di dedicarsi a attività didattiche o scientifiche ben più appaganti e qualificanti, distogliendole il meno possibile da cura e manutenzione della tecnologia.
Pour permettre aux précieuses ressources humaines de s’engager dans des activités éducatives ou scientifiques beaucoup plus épanouissantes et qualifiantes, en les détournant le moins possible des soins et de l’entretien de la technologie.

LG: Sarebbe oggi strano il contrario; la disponibilità sul mercato di soluzioni multimediali è molto ampia, affidabile e semplice da implementare. LG Professional Solution garantisce 3 anni di assistenza gratuita ed una rete di Partner Specializzati in grado di aiutare chiunque a risolvere e gestire le proprie necessità di comunicazione.
Le contraire serait étrange aujourd’hui ; la disponibilité sur le marché des solutions multimédia est très ample, fiable et facile à mettre en ?uvre. LG Professional Solution offre 3 ans d’assistance gratuite et est un réseau de Partenaires Spécialisés qui peuvent aider n’importe qui à résoudre et à gérer les propres besoins de communication.

PANASONIC: Perché spesso viene valutato soltanto il costo iniziale della tecnologia e del progetto. Viene fatto un capitolato pensando al “giorno 1” in cui tutto deve funzionare. Ma in un museo tutto deve funzionare per anni e, soprattutto, deve funzionare con il livello qualitativo del primo giorno. Scegliere prodotti più economici, che vanno bene il primo giorno, ma che mostrano i limiti del sistema e della tecnologia dopo pochi mesi, vuol dire ritrovarsi con un sistema che tecnicamente funziona, ma che non è più in grado di offrire un’esperienza appagante al visitatore. E gli interventi di manutenzione, che hanno un costo, non possono comunque risolvere le cose se il prodotto scelto per limitare il budget ha dei limiti che emergono nel tempo, si potrà tamponare la situazione, ma nulla di più. Una tecnologia multimediale adeguata, e per essere pratico penso ai nostri proiettori con tecnologia DLP, che hanno diversi casi di utilizzo sul campo in ambiti museali con oltre 15.000 ore di vita senza manutenzione e senza perdita di qualità. Il tutto diventa ancora più complesso se parliamo di installazioni in multiproiezione o installazioni immersive, dove la tecnologia non corretta evidenzia inevitabilmente la differenza di proiezione tra le diverse macchine installate, facendo perdere al visitatore la magia per la quale era stata pensata la soluzione.
Poi ci sono i contenuti, un altro aspetto fondamentale da tenere in considerazione in fase di progettazione, pensando in anticipo all’utilizzo che la tecnologia dovrà avere nel tempo, a quali e quanti contenuti saranno modificati nel tempo per mantenere sempre attuale il valore dell’installazione e dell’offerta del museo.
Sappiamo che sono discorsi che inevitabilmente si scontrano con le problematiche reali di fondi limitati e di gare complesse da realizzare, ma solo un’attenzione importante a questi aspetti può garantire, insieme ovviamente alla qualità dei contenuti, un salto di qualità e, di conseguenza, il successo con pubblico e numero di visitatori.

 

D – Quali sono i prodotti e le soluzioni integrate che proponete in questo senso?

SONY: Sony propone ai musei ampia gamma di prodotti, tra cui proiettori, monitor, telecamere, e soluzioni per agevolare la comunicazione e la collaborazione e ottimizzare la gestione delle apparecchiature AV installate.
Sony offre aux musées une large gamme de produits, y compris des projecteurs, des moniteurs, des télécaméras et des solutions pour faciliter la communication et la collaboration ainsi qu’optimiser la gestion des équipements AV installés.

LG: LG professional display dispone di soluzioni hardware e software che rispondono in modo puntuale alle esigenze di comunicazione museale. I nostri monitor LCD ed OLED possono integrare la tecnologia touch che permette all’utente di approfondire e diversificare la propria esperienza durante la visita. Il software di controllo e distribuzione dei contenuti “Super Sign”, abbinato al sistema operativo WebOS, presente in tutti i prodotti LG, consentano un facile utilizzo del digital signage e di monitorare il funzionamento degli apparati.
LG Professional display dispose de solutions hardware et software qui répondent en temps opportun aux exigences de la communication muséale. Nos moniteurs LCd et OLED peuvent intégrer la technologie touch qui permet à l’usager d’approfondir et de diversifier son expérience lors de la visite. Le logiciel de contrôle et de distribution de contenus « Super Sign », combiné au système d’exploitation WebOS, présent dans tous les produits LG, permet une utilisation facile de l’affichage numérique et de monitorer le fonctionnement des appareils.

PANASONIC: Se parliamo di videoproiezione abbiamo da anni un focus importante sulle multiproiezioni, con proiettori pensati per offrire qualità e prestazioni nel tempo, anche con utilizzi molto gravosi, di 16, o anche 24 ore al giorno. Due sono le soluzioni che guidano questo tipo di applicazioni nel mondo museale: ottiche sempre più grandangolari (oggi abbiamo il primato sul mercato con un’ottica 0,28:1 che consente, per esempio di creare uno schermo di 3 metri da meno di 90 cm di distanza o di 5 metri da meno di 1 metro e mezzo) e soluzioni software per la calibrazione di sistemi di multiproiezione. Quest’ultima soluzione permette di gestire le proiezioni immersive realizzate con più proiettori attraverso un sistema composto da fotocamera e PC che realizzano in modo autonomo la configurazione di Edge Blending (la fusione di più schermi tra loro), di geometria (anche proiettando su superfici curve) e color matching (per garantire la perfetta uniformità dei colori tra i diversi proiettori). Una soluzione di questo tipo può anche essere gestita da remoto via IP nel caso in cui si rendessero necessari degli interventi di ottimizzazione. Questo per noi significa offrire la facilità d’uso al System Integrator e al museo e la migliore esperienza, nel tempo, al visitatore.
Un’altra soluzione di recente introduzione è la modalità “Portrait Zoom” inserita sui nostri display della serie SQ1 e EQ1. Una soluzione che consente di utilizzare una normale immagine 16:9 su 3 display messi in verticale e affiancati. La differenza rispetto alla concorrenza è che per gestire una soluzione di questo tipo non servono sorgenti particolari, non servono video creati appositamente, non servono matrici o scaler esterni. Si occupa di tutto il Display. L’integratore o, l’operatore del museo, dovrà solo cambiare un normale contenuto Full HD o 4K inserendo un disco in un lettore o selezionando un file da una cartella. Questo si traduce in meno elettronica, maggiore facilità d’uso e, insieme, meno costi.

 

E – Come avviene il vostro approccio con un Museo che vuole progettare il suo allestimento?

SONY: Tipicamente in due fasi, la prima dedicata a delineare con il museo scopi e modalità dell’intervento, la seconda con i partner di integrazione e installazione allo scopo di rendere al meglio l’incredibile potere delle immagini.
Typiquement en deux phases, la première est consacrée à définir avec le musée les buts et les modalités de l’intervention, la seconde avec des partenaires d’intégration et d’installation afin de tirer le meilleur parti de l’incroyable pouvoir des images.

LG: LG professional Solution dispone di tecnici e progettisti in grado di supportare il Museo nella scelta dei prodotti hardware e software che come già detto risponderanno alle esigenze di comunicazione ed interazione con i visitatori, non ultimo anche per mezzo di strumenti di visualizzazione che mostrano in anteprima l’ambientazione dei monitor all’interno del museo.
LG Professional Solution a des techniciens et des concepteurs capables de soutenir le Musée dans le choix de matériel et de produits hardware et software qui, comme déjà dit, répondront aux besoins de communication et d’interaction avec les visiteurs, notamment au moyen d’outils de visualisation qui prévisualisent le réglage des moniteurs à l’intérieur du musée.

PANASONIC: Molto spesso sono i progettisti che ci coinvolgono o gli integratori che vengono chiamati a lavorare su un progetto. Il nostro è un supporto in fase di progettazione, per individuare la corretta tecnologia e la migliore soluzione, sia in fase di test, prevedendo se necessario demo di prodotto sul campo per far vedere ai committenti la reale qualità percepita, con una sorta di prototipo del progetto di installazione. In alcuni casi ci capita anche di supportare la fase di installazione, affiancando l’integratore per i primi test, pur rimanendo un’azienda tipicamente che non ha la pretesa di fare da integratore. La figura del System Integrator rimane cruciale perché in un’installazione complessa come quella museale che necessita di elementi fisici, contenuti multimediali, sistemi di automazione, sistemi di visualizzazione, richiede un punto di riferimento capace di dialogare con le diverse realtà del progetto e coordinare tutto per arrivare al risultato. Abbiamo la fortuna di collaborare con i più importanti System Integrator in Italia che scelgono i nostri prodotti per i loro progetti e abbiamo anche la possibilità di coinvolgerli nel caso in cui vi sia un primo contatto tra noi e il museo, modalità a cui siamo sempre molto aperti.

 

FABIO MAZZURANA Fabio Mazzurana | Channel Account Manager Corporate & Education Solutions Business Unit – Professional Solutions Europe, a division of Sony Europe B.V.

MAURIZIO MANERA Maurizio Manera ID Vertical Corporate & Finance Account Manager LG Eletronics Italia Spa.

Stefano Tura Sales Manager Visual System Business Unit Panasonic System Communications Company Europe (PSCEU).

Interviste realizzate nell’ambito del Festival de la Museologie – Settembre 2020

Interviste realizzate nell’ambito della ricerca “Nei Musei il Multimediale diventerà Facile. Prontuario di progetto” realizzata nel 2019 e scaricabile qui >

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Privacy

La tua iscrizione è avvenuta con successo

Iscriviti al Corso Professionale

Corso professionale

Newsletter

Privacy

La tua iscrizione è avvenuta con successo